Edizione 2013

Foto

E’ scontato dire che è stato un bell’evento. E’ come dire che il fuoco scalda e l’acqua bagna. E’ un evento che fa bene al cuore e all’anima …

meno ai polmoni, se non hanno la forza e la capacità di sostenere una corsa appesantita dall’affanno degli anni. Si inizia sempre bene con l’assordante allegria di tanti bambini che si sfidano sotto un vero sole estivo. Ne sono una sessantina, accompagnati da genitori e nonni. Hanno cinque, sei, fino a quattordici anni. Corrono e si di…vertono e poi si rifocillano con pane e nutella … come veri campioni. Nel vedere questo spettacolo, ti si apre il cuore; ritrovi i ricordi e le gioie di momenti vissuti che, oggi, si ripetono nella magia di una vita che pulsa. Perché la vita è anche questo! Quando “ereditiamo” il manto verde reso libero dopo un’amichevole dell’Amiternina, ci schieriamo con le nuove divise. Ci sono gli storici colori delle maglie torimpartesi: bianco e rosso. E’ veramente emozionante. Ci abbracciamo alternando maglie e colori per la storica foto. Qualche divisa appare un po’ tesa ma non importa … ci siamo anche quest’anno, per la decima edizione della “partita del cuore o dei polmoni”. Siamo in tanti ma i giocatori non bastano mai al cospetto dell’immensità del campo e di una minore forza fisica. E’ proprio vero: con il passare del tempo, il campo appare sempre più grande. C’è un attrazione fatale con il rettangolo di gioco … è difficile dirgli di no! Qua e la, alcune fasciature e dei tutori. Siamo pronti … Come sempre, la partita avanza con il piacere del ritrovarsi. Agonismo, amicizia, sfottò … c’è un po’ di tutto in campo. Violenza, accanimento, ostilità, non li vogliamo; non sono stati mai invitati e ne facciamo volentieri a meno. Finisce 4 a 2 per le Vecchie Seghe. In un finale teso, nella corsa verso il pareggio, le Vecchie Glorie subiscono l’ultimo goal. Evidentemente, la differenza di età ha il suo peso. Ma non importa il risultato finale. Ciò che conta è giocare la partita. Conta il coraggio di esserci a dispetto del tempo che inesorabilmente corre e di una vita frenetica che tende ad allentare e raffreddare i contatti umani. Per un giorno, il mondo può frenare per regalarci il piacere dell’incontro e delle belle amicizie nate proprio su un rettangolo di gioco. Soddisfatti e felici dopo la gara, guadagniamo la meritata cena che chiude un lieto evento. Premiazioni, coppe, trofei, rime, ricordi, foto … non manca nulla. Chiudiamo una splendida giornata convinti ancora di aver fatto cosa gradita nel ricongiungere tanti calciatori, e tanti bambini, intorno ad una partita di pallone. In fondo, la nostra partita non è solo correre per dare calci ad un pallone … c’è ben altro. I sentimenti, le emozioni, le gioie e i ricordi, non difetteranno mai nei nostri eventi. Come non può mancare il nostro “grazie” agli sponsor e a tutti i partecipanti a vario titolo. Guardiamo avanti … alla prossima partita amici. Magari a Tornimparte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *