Edizione 2015

Foto

Lo abbiamo fatto ancora … ci siamo ritrovati per la nostra partita.

E’ stato bello rincorrersi tra grida e risate, pur coscienti dell’inevitabile avanzar del tempo. Non spaventano i chili di troppo o i dolori alle articolazioni. Per questa gara unica e particolare, si supera tutto e ogni acciacco o timore svanisce al cospetto di questo coinvolgente evento. Soprattutto, è stato bello vedere gli oltre 60 bambini fronteggiarsi in tre meravigliose partite che hanno aperto le danze della classica partita del cuore o dei polmoni. Anche questa dodicesima edizione si chiude nel migliore dei modi; senza infortuni o problemi. Sono stati i sorrisi dei bambini e quelli degli ex giocatori del Tornimparte calcio a vincere questa gara con il tempo e il destino. Non conta il risultato, non conta fare goal … ciò che conta è ritrovarsi. E tutti noi, e siamo stati come sempre tanti, ci siamo ripetuti per vivere una meravigliosa giornata di sport e allegria. La targa della partita è stata dedicata alla memoria del Dott. Giosuè Irace, socio fondatore, negli anni ’70, dell’Associazione Sportiva Tornimparte (nonché primo Presidente) e sindaco dello stesso Comune negli anni in cui fu tagliato il nastro dell’impianto di Palombaia dove tutti noi speriamo di riportare questa bella iniziativa che ogni anno ci cattura ed emoziona. Anche questo è un sogno che vorremmo trasformare in realtà non fosse altro per il coraggio di averci sempre creduto ormai da (troppi) anni. Sono ancora le Vecchie Glorie ad imporsi con il più classico dei risultati: 2 a 0. Lo fanno con una gara pulita e senza sbavature. Del resto gli anziani ed esperti giocatori, ben aiutati dai validi supporti, sanno ancora dire la loro in campo. Non cito episodi o fatti. Dico semplicemente che ancora una volta è stata “gara vera”, di quelle che accendono gli animi lungo i sentieri del più puro e sano agonismo. Qualche flash sulla giornata …Le mamme dei bambini, sotto l’ombrellone, a bordo campo, hanno accolto i piccoli gladiatori (future glorie) alla fine di ogni partita. Temerarie e contro l’incombente caldo estivo, hanno rifocillato i bambini con l’immancabile nutella-party. Non si sono limitate al loro ruolo istituzionale di “collaboratrici alimentari”; hanno fatto molto di più, occupandosi anche della vendita delle splendide maglie della partita. Che cosa faremmo senza di loro?Ai nostri irriducibili sponsor, un enorme ringraziamento; se la partita esiste e continua ad esistere, è anche grazie a loro …Gli amici dell’impianto sportivo di Scoppito, come ogni anno, ci hanno accolto con la massima disponibilità. La buona riuscita dell’evento dipende anche dalla loro bella e ripetuta accoglienza. I partecipanti, giovani e meno giovani, hanno mostrato ancora una volta il coraggio di mettersi in discussione affrontando, senza timori, una gara che ha più il sapore della gioia che non quello della rivalità in campo.E poi premi, medaglie, coppe … e sorrisi e sfottò … Non ci facciamo mancare nulla per la buona riuscita della manifestazione.Come sempre, l’ottima cena chiude la tanto attesa giornata. E’ proprio vero che gli eventi più belli hanno il grave difetto di bruciare lungo le ali di un tempo che corre con troppa velocità. Magari una “due giorni” potrebbe appagare di più i nostri animi affamati di sport, ricordi e di cose buone.E’ stata la dodicesima edizione. Ormai siamo fuori dalla semplice e sporadica improvvisazione. Con orgoglio, possiamo dire che la “Partita del Cuore o dei Polmoni” ha assunto, in modo legittimo, un ruolo primario tra gli eventi dell’estate tornimpartese. Crederci, come tutti noi facciamo, significa favorire, di anno in anno, una graduale e migliore riuscita.Non ci resta che darci appuntamento al prossimo anno … sempre con la voglia e il sorriso che ci appartengono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *