Edizione 2020

Ago 16, 2020 Blog-News

E’ stata la Vittoria di tutti! Una bella, allegra, forte risposta alla situazione difficile degli ultimi mesi. La grande partecipazione ha richiesto la necessità di un triangolare tra Vecchie Glorie, Vecchie Seghe e Sbotici. Non sono mancate un po’ di sane, giuste polemiche sulle formazioni…

forse le Vecchie Glorie, proprio per un fatto anagrafico (nella compagine ci sono ben 4 over 60), sono state “rinforzate” oltre modo? Hanno vinto le Glorie… a tratti con qualche difficoltà, in altri casi agevolmente. Mi piace ribadire, però, che la Vittoria è totale e di tutti i partecipanti. Su tutto, ha vinto la voglia di ritrovarsi dopo tanti mesi. Lo dicono anche i numeri: più o meno 60 giocatori in campo, due arbitri (Piero Carducci e Mario Bastida, che ringraziamo), una cinquantina di persone a cena. Un solo rammarico: non aver potuto organizzare la gara dei bambini. Ci rifaremo il prossimo anno. Abbiamo avuto di nuovo la conferma che forse i momenti più belli della nostra durevole partita (17 edizioni senza alcuna interruzione) sono quelli che precedono e seguono la gara. Alla fine la partita, pur sentita, è una sfida contro gli acciacchi del tempo e gli arti doloranti… si dà quel che si può. Gli altri momenti, invece, sono fatti di sorrisi, allegria, sfottò, ricordi, storie, aggiornamenti di vita. Per chi ha “a cuore” la Partita, sa che il nostro è un immancabile appuntamento annuale per ritrovare vecchi amici. Sono anche queste le cose belle della vita. Non sono mancate Targhe e Premi Speciali. Abbiamo ricordato gli amici Pasquale Carducci (simpaticissimo arbitro in una precedente edizione) e Nando Tiberi (in passato, è sceso in campo). Assegnati premi speciali al Prof. Irace (Alla fine me’ so’ deciso) per il suo gradito ingresso nella dirigenza della squadra tornimpartese, al Mister Piero Narducci (Mister dell’anno) per meriti umani e sportivi, al Dott. Giuseppe Carducci (Cuore e Altruismo) per il suo impegno di medico volontario negli ospedali bresciani durante il Covid, al grande Adolfo Scimia (Dilf) per il suo essere “Dilf”. E ancora… Sergio Corpetti (il più tenace), Valerio Tiberi (miglior giocatore), Cosmin Fota (il più giovane), Gianluca Carducci (il più simpatico). Sorvoliamo sull’ambito premio “la più sega”. Segnaliamo, però, movimenti di mercato per riportare “in auge” un forte ma incompreso calciatore; un tema che già scalda gli animi in previsione della prossima edizione. Concludiamo con un “molto bene”! Un grazie di cuore a tutti i partecipanti, a vario titolo… giocatori, organizzatori, tifosi, simpatizzanti, etc. Ci rivedremo per altri motivi ma sin d’ora l’appuntamento è per l’edizione 2021. Come sempre, la voglia e la passione la vinceranno sugli acciacchi degli anni. Buona vita a tutti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *